All Posts

Änderungswind

Prima che la Mastrobuoni si metta a spacciare per “notizie” le cose che sente dire nei bar di Berlino (e’ bene ricordare che le persone che vanno a Berlino a vivere ci vanno perche’ in qualsiasi altro posto della Germania sarebbero costrette a lavorare) , ho deciso di scrivere un post sulla situazione politica tedesca, visto che effettivamente qualcosa si sta muovendo. No, non mi riferisco ai fenomeni da baraccone di AfD: Quelli esistono ancora soltanto grazie all’incompetenza di Seehofer nell’occupare la destra, e inizieranno a finire quando FDP e CSU avranno ricostruito i quadri.

Toh, (ri)ecco il Deep State

Mi e’ arrivata all’orecchio la bufala dell’audio che e’ finito “misteriosamente” ai giornali, nel quale Rocco Casalino minaccia “i tecnici del MEF” di passare tutto il 2019 a farli fuori se non “gli trovano dieci miliardi del cazzo”. Ora tralasciando la questione del linguaggio (i politici, quando registrati in privato, non sono quasi mai degli spettacoli edificanti), il problema e’ la completa mancanza di quella che definirei “educazione politica” in un comportamento simile.

I precursori del fascismo

L’ ondata di fascismo che e’ inevitabile per via della distribuzione della ricchezza puo’ marciare a ritmi diversi a seconda del fatto che ci siano dei fattori prettamente culturali ad aiutarla o a rallentarla. Diventano cruciali allora alcuni intellettuali che costruiscono (o tagliano) i ponti al fascismo stesso. In Italia, per via della peculiare distribuzione dell’egemonia culturale , ci sono solo intellettuali che facilitano l’avanzata del fascismo. Li chiamo “i precursori del fascismo” , non tanto perche’ loro in persona siano dei precursori, ma perche’ sono precursori del fascismo le cose che dicono e scrivono.

Sulla morte della democrazia

Nella discussione che verte sugli avvenimenti politici ci stiamo dimenticando, e lo stiamo facendo volontariamente, del fattore scatenante. Diciamo che “le socialdemocrazie stanno morendo” senza dire il perche’. Diciamo “il populismo sta vincendo” senza dire il perche’. Beh, adesso diciamolo : “la democrazia sta per morire. E questa volta non tornera’ mai piu’. ” . Ma per farmi perdonare, io diro’ perche’. Diseguaglianza economica e sorveglianza elettronica. La diseguaglianza economica, il fatto che pochi possiedono quasi tutto e molti quasi nulla, e’ la causa della morte della democrazia.

L'eterno sessantotto italiano

Vedo che Carlo Calenda ha finalmente realizzato qualcosa che era ormai evidente ai piu’. Il fatto che il PD e’ essenzialmente un ricovero di vecchi farlocchi, i quali hanno usato le belle idee per cui si muore come piffero magico per attrarre voti. Il PD oggi e’ una specie di welfare per politici imbecilli, e come partito riesce a combinare qualcosa quando da un angolo remoto della provincia italiana arriva un gruppo dirigente che ha qualcosa da dire.

Codino

Quando mi capita di avere tempo, mi metto a giocare. Forse non ho un modo molto convenzionale di giocare, ma oggi che l’elettronica e’ tornata popolare, mi sto divertendo con tutti i vari IoT che sono in giro. In particolare, non per fare pubblicita’, ho diversi cosini divertenti in casa. Il problema e’ che qualsiasi di questi “cosini” che compriate, quando sono relativamente semplici da usare vi offrono, di fatto, di tenere sul loro cloud i dati che avete.

Starbucks

Questo articolo parla dell’ arrivo di Starbucks in Italia, ma lo prendero’ con un giro molto lungo: se vi aspettate quindi di sentirmi dire “aaahhh starbucks bello bello bello ” oppure “buuuu starbucks cacca cacca cacca”, temo che sarete delusi. Per cui , prendetevi il tempo che ci vuole, che arriviamo a starbucks. C’e’ una forte componente di ridicolo nell’evoluzione del sovranismo europeo. Non che i sovranisti americani siano tanto migliori, ma quello che vedo in Europa e’ che il sovranismo “pragmatico” americano si e’ fuso con l’idealismo tipico degli europei, e il risultato e’ un mix che non ha molte speranze di durare a lungo.

Aperture domenicali

Vedo un grosso dibattito sulla storia delle aperture domenicali. Secondo me e’ una di quelle polemiche gettate i pasto alla popolazione , allo scopo di far dimenticare qualche problema reale. Lo dico perche’ comunque impatta una quantita’ piccolissima di PIL, ed una quantita’ microscopica di persone rispetto al totale. Poiche’ se ne discute, proviamo a ragionarci. Non mi va di entrare nei dettagli economici perche’ alla fine dei conti occorrerebbe uno studio approfondito ed analitico.

Il copyright europeo

Ho gia’ scritto della riforma del Copyright, e onestamente mi fara’ molto piacere veder morire “la Internet come la conosciamo oggi”, semplicemente perche’ la Internet di oggi, e ripeto “di oggi”, e’ una badilata di merda sul muro bianco della civilta’ umana. Non ne sentiro’ la mancanza. Ma rimane il problema del perche’, cioe’ perche’ sia cosi’ importante una direttiva del genere. Tutti i giornali , interessati al portafogli, ne stanno parlando come di una direttiva che riguarda lo scontro fra editori e piattaforme informatiche.

I nemici della UE

Noto che e’ uscito un articolo che elenca, in termini sistematici, i nemici della UE , affermando che chiunque sia preoccupato dell’ Export europeo stia anche cercando di demolire la UE. Questo tipo di stampa ha come scopo quello di creare una sindrome dell’accerchiamento che personalmente non approvo. Ci sono diverse ragioni per le quali dico questo: partire dall’idea che chiunque sia concorrente di un paese europeo voglia distruggere la UE e’ , innanzitutto, un modo di pensare italiano.